LA' DOVE OSANO I TANGUERI

venerdì 16 ottobre 2015

Tango : Illusione o allucinogeno !?!?

BENEFICI INDIVIDUALI
Nel tango argentino come in tanti altri balli di coppia è l’uomo che conduce mostrando la sua abilità e la donna che segue e fa le figure mostrandosi in tutta la sua bellezza.
Non c’è chi è più importante dell’altro bisogna essere fieri di sé anche nella postura e non accettare prevaricazioni dall’altro.
L’uomo conduce, la donna si lascia condurre e ci vuole tanta forza nel condurre, quanta ce ne vuole nel lasciarsi condurre.
Nel tango argentino, così come nell’amore, affinché si mantenga l’equilibrio ed il risultato del ballo sia meraviglioso è necessario che tanto l’uomo quanto la donna restino saldi sui lori assi altrimenti si cade. In termini metaforici ciò significa che tanto l’uomo quanto la donna siano saldi nei loro ruoli.
L’uomo guida, ha la responsabilità di portare la dama in giro per la sala, facendola divertire, stare bene e, allo stesso tempo, di proteggerla e di controllare che ciò la circonda non le sia di ostacolo o di rischio.
La dama segue, ascolta il corpo del compagno, non anticipa i suoi gesti, non lo rimprovera, nè lo indirizza. Ella deve essere ricettiva, pronta, amabile, passionale, intensa, leggera ma non passiva…. L’uomo dipinge lei è il capolavoro.
L’uomo prova una profonda e piacevole sensazione di abilità, di capacità, di orgoglio, di apprezzamento sociale e di coppia, che gli inducono aumento del testosterone.
La donna, si sente bella, si sente amata e protetta e questo le fa produrre ossitocina.
( Psicolab )